“Drogbaaaa, Drogbaaa! Ancora una volta, sempre Drogba! Meravigliosamente, incredibilmente Drogba anche nella finale di Coppa dei Campioni a due dalla fine!”. Parole che ricordiamo tutti e che abbiamo ripetuto con l’emozionata voce di Massimo Marianella, commentatore di una delle finali di Uefa Champions League più spettacolari di sempre. La finale di Monaco 2012 rappresentò la fine di un ciclo per il Chelsea, un ciclo iniziato ben quattro anni ad- dietro. E allora sfogliamo qualche pagina e torniamo alla gelida notte di Mosca del 21 maggio 2008.

Manchester United e Chelsea si contendono la coppa dalle grandi orecchie ai calci di rigore. All’iniziale vantaggio di Cristiano Ronaldo ha replicato il fedelissimo, il capitano senza fascia, ovvero Frank Lampard, bandiera e miglior marcatore della storia dei Blues. È il Manchester United di Rooney, Tevez, Ferdinand, Carrick e Scholes. È il Chelsea di Terry, Ballack, Malouda, Joe Cole e Drogba.

CONTINUA A LEGGERE SULLA RIVISTA – PAG. 36