Le 5 retrocessioni più clamorose nella storia del calcio

Neopromossa in Premier League, 111 milioni di sterline spese per una campagna acquisti che ha fruttato…la retrocessione. Parliamo del Fulham che nonostante il suo blasone in Inghilterra, aveva affrontato la stagione come “ultima arrivata”. Tanti proclami, ma altrettanti problemi non risolti nonostante i diversi cambi di allenatore. Alla fine, il ko per 4-1 contro il Watford è costato la retroscessione clamorosa. Totalmente inaspettata per società e tifosi.

Ma come gli inglesi, nella storia del pallone, ci sono stati altri casi incredibili che hanno visto squadre sulla carta candidate anche a vincere qualcosa, fare flop e passare ad una categoria inferiore. Quello che successe nella stagione 2010-2011 è entrato nella storia del calcio, per lo meno argentino. Il River Plate fu retrocesso per la prima volta nella loro storia dopo aver chiuso il torneo di Apertura al quarto posto e al nono quello di Clausura. In virtù della media punti delle ultime tre stagioni, e in seguito allo spareggio contro il Belgrano, la squadra che poteva vantare giocatori del calibro di Carrizo, Lamela, Roberto Pereyra e German Pezzella retrocesse.

Non bastarono i vari Gonzalo Rodriguez, Borja Valero, Giuseppe Rossi e tanti altri al Villarreal del 2011-2012. Una stagione deludente, anzi disastrosa. Conclusasi al 18esimo posto nella Liga e uscita ai girono di Champions League con il record negativo di sei ko. Caso recente anche quello avvenuto alla Sampdoria nel 2010-2011. Una stagione caratterizzata dalla sconfitta di Champions League contro il Werder Brema a cui fecero seguito altre vicende clamorose come la famosa lite Cassano-Garrone e un girone di ritorno che fu un vero dramma sportivo. In quella squadra c’era anche Pazzini, prima di essere venduto a gennaio.

Un altro caso in Italia, precedente a quello blucerchiato riguarda la Fiorentina. Nel 1992-93, con giocatori del calibro di Batistuta in squadra, dopo 54 anni nella massima serie, la Viola finì in B. Nonostante l’avvio buono con Radice in panchina, il suo clamoroso esonero portò la squadra al completo tracollo.

Start typing and press Enter to search